mercoledì 23 settembre 2009

My website

Finalmente è online ^_^

L'idea di mettere le foto (belle o brutte che siano) su i vari Flirck, Facebook, Picasa ecc non mi è mai piaciuta. Prima dell'estate ho acquistato il dominio www.massimogasbarra.it, le foto ora trovano un giusto luogo per essere visionate.

Il difficile è stato creare la parte web. Non sono un programmatore e mi sono dovuto mettere a studiare. Realizzare gl'album fotografici è stato relativamente semplice. Il buon Lightroom con i suoi centinaia di pluign ha reso instantanea la creazione delle slide. L'indice invece ha richiesto più tempo.

Per ora il sito è online e si aggiungeranno sempre più gallerie.

Per visionarlo quindi andate su www.massimogasbarra.it

Buona Visione
^_^

mercoledì 9 settembre 2009

Snow Leopard

La versione di MacOsX arriva alla 10.6

Ordinato l'aggiornamento una settimana fa è arrivato ieri pomeriggio. Costo: 29€

L'installazione dura circa un'ora scarsa. Tutto fila liscio senza nessun intervento richiesto all'utente.

Al termine dell'installazione l'immagine sul desktop torna quella standard e un utility di benvenuto ci guida nella configurazione.

Caratteristiche salienti:

* Supporto per la connessione ai server di Microsoft Exchange 2007 incluso in Rubrica Indirizzi, Mail, e iCal.
* Installazione più veloce del 45% rispetto a Leopard e minor spazio richiesto sul disco per l'installazione (6GB di spazio liberati dopo l'installazione)
* Supporto per un massimo teorico di 16 TiB di RAM per i futuri sviluppi di tecnologie di kernel a 64 bit.
* Grand Central Dispatch: un programma basato su tecnologia parallela che mira ad avere un sistema operativo che possa ottenere grossi vantaggi utilizzando processori multi-core.
* QuickTime X ottimizzato per codec moderni.
* OpenCL (Open Computing Language): permette agli sviluppatori di sviluppare programmi utilizzando la GPU per operazioni non grafiche.
* Prestazioni ottimizzate per Safari 4 grazie alla tecnologia SquirrelFish ed al motore Nitro per incrementare le prestazioni JavaScript e HTML.
* Kernel a 64-bit che fornisce un completo ambiente a 64 bit per le applicazioni mantenendo il supporto ai 32 bit. Il Kernel a 64 bit di default risulterà attivo solo sulle macchine server, sui sistemi domestici non sarà attivato, questo per evitare incompatibilità e dato che gli utenti domestici non avrebbero giovamento in un kernel a 64 bit, il principale vantaggio del kernel a 64 è la possibilità di utilizzare più di 32 GB di memoria, cosa attualmente non possibile con nessun macintosh in commercio. Il kernel a 32 non preclude la possibilità di eseguire applicazioni a 64 bit se il processore è a 64 bit.
* Il Finder è stato completamente riscritto per sfruttare le nuove tecnologie in Snow Leopard, tra cui il supporto 64 bit e Grand Central Dispatch.
* Il sistema operativo si adeguerà agli standard internazionali ISO e misurerà le capacità dei supporti e dei file in base decimale e non più binaria come le precedenti versione del sistema operativo.
* L'installazione dell'emulatore Rosetta, necessario per la "traduzione" del codice PowerPC in comandi Intel (esecuzione di applicazioni compilate per processori PPC su CPU Intel), diviene opzionale.
* Il sistema operativo integra una funzionalità che avvisa l'utente se questo sta scaricando da internet o cercando di eseguire in virus noti.
* La gestione di Time Machine è stata ottimizzata al fine di ridurre i tempi necessari al backup del sistema operativo.
* Maggiore sicurezza del sistema operativo, il software caricato in memoria viene allocato in modo casuale al fine di evitare alcune tipologie di attacco informatico.
* Integrazione tra la funzione Exposé e il Dock al fine di migliorare l'usabilità dell'interfaccia grafica.

Per quest'ultimo punto ci sono dei problemi. Mouse Logitech come il mio laser MX1000 non riuscivano più a sfruttare la possibilità di clic destro e sinistro della rotella di scroll.
In genere è usata per visualizzare il desktop e vedere tutte le finestre contemporaneamente.

Con un piccolo trucco si inganna il software di gestione LCC della Logitech.
Basta assegnare un tasto Es: F9 e F10 ai due comandi (mostra desktop e mostra tutte le finestre) successivamente si mappa il clic scroll destro come pressione del tasto F9 e il clic scroll sinistro come funzione del tasto F10. In pratica il clic imita la pressione dei tasti.
Restiamo tutti in attesa di un update del LCC.

Altri problemi ci sono lato software su vecchie versioni di programma. Per questo vi rimando al seguente wiki: WikiDot

mercoledì 2 settembre 2009